sâmbătă, 30 august 2014

Ma guarda chi si vede!




Ma guarda chi si vede!
E la serafica bellezza che mi fa mancare un venerdì!
Che Dio l'ha mandata buona! Buona da mangiare!
Con i capelli neri come le tenebre della notte
Il svelto corpo e un' opera d'ingegno;
La pelle di un rame celeste che oppia le menti…
Mi abbandono nelle sue divine bracci
E mi affondo nella distilleria dei beati baci…
Il reggipetto l'ho tiro con i denti,
Ricevo le tette come il latte dei vecchi.
I capezzoli sono di un oro di coppella,
Che quando gli assaggi ottieni la grazia divina.
Sotto le miei mani la dolce creatura fa le fusa come una piccola gattina.
L'ultimo battuto del'orologio mi trova lavorare sotto sotto…
Evrika! Abbiamo trovato l'eterna ambrosia della mia muse…
Mentre…lei mi sfascia gli mutande e succhia il sangue dell' amore…
Se domani morirei lo farro nel bacio del Signore
Perché sono il peccatore perfetto.
Si! Sono una bestia rara!
E per gli esser viventi…
Presento gli estremi onori!