vineri, 5 iunie 2015

D'amore... Lei con la ossatura... Lui con gli versi...



Il sole con le sue aureole di ghiaccio torrida risplende
Attraverso un mondo di chimere e pensieri cristallizzati
Rovine di arcobaleni scrivono preghiere sul vetro colorato del tempo
Torrenti di cuori peccaminose si scorrono nel inferno beato
Abbracciando icone di caste riflessioni  in angeli condannati
Misteriose sono le parole della strega senza certificato
A morte sul’altare di innocenza mandano la penna caotica

Millenni di cadaverica vita passano ammanettati in turchese
A l’oscurità occulta con petali di smeraldo
Mezzanotte lui rinasce

Notte chiamata d’innamorati in una serenata persa dentro soavi echi
Animata in abisso cesellato incessante
Scendi per avvolgere questa enigma eterea
Calma il rifugio nebbioso con impulsi profondi di pazzo magnetico
Unifica la dolce fantasia in rapine di selvaggi visioni
Tieni nascosta, proteggi e guida la fame degli spiriti

Carezzi... ardenti! Contorsioni... estatici! Seni... morsi!
Una carne con la finezza della schiuma del mare... deliziosa!

Pesante infinito scambia innocenza con la tua
Rara immagine da diavoletta
E il profumo mitico del nudo naturale
Assassina morali e razionalità

Primitiva ninfa danza in desideri
Urlando un miracolo ipnotizanto
Tremito pieno di momenti lussurianti
Il corvino guida le anime in esoteriche avventure
Narcotico ritmo di una felina affascina
Evocando l’esuberanza dei tempi

Sogni
Unicità
Fluido
Liquido
Elettrificando
Tempestoso
Erotico

Dolce e piccante
Audace e pericolosa
Romantica e annebbiata

Stella coperta di vapore sensuale
Attrai la furia forssenata del amorevole macabro con la bellezza

Spasimi del subconscio
Trema in vene vaporose
In fiammi artistici si risveglia la fresca decadenza
In baci eccentrici si ritrova la gloria

Trascendi l’inverno su gli venti impetuosi
Eclissi la memoria in apocalisse di pulsazione pervesiva
Accorda la pergamena della seduzione
Mescola silenzi di seta

Immaginazioni sfolgoranti
Ubriachi con nettare di lettura e ambrosia carnale
Brilla
Inonda illusioni in vuoto idealistico
Trafficherai pezzi di me in te

Cimiteri del matrimonio dove la sposa e la regina
Udono gli lamenti di un sposo sapelto dentro

Tortura la musa con piaceri esotici
Orni la ossatura  d’avorio
Abitando un sereno territorio
Testimonianza del l’assedio
Elevando un battesimo profano

Ombre delle rose
Avranno in mente la tua volontà quando io dico che
Sia dolce e mordermi brutale! O sia brutale e mordermi delicatamente!
Esalta che il verso c’e dentro
Liberi surreale gli vulcani succulenti
Evangelizzi l’abbandono trovato nel loro lava

Mistifica nello specchio l’animale poetico
Esaminando il suo dominio
Lentamente l’ho prendi in bersaglio
E spari in lui con un primo e ultimo proiettile: te!